Skip to content

Posts della categoria ‘News’

DELIBERA AEEG 786/2016: VERIFICHE SPI

 

DELIBERA AEEG 786/2016: VERIFICHE SPI

L’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI) ha pubblicato in data 22 dicembre 2016 il provvedimento 786/2016/R/eel:

“Tempistiche per l’applicazione delle nuove disposizioni previste dalla Norma CEI 0-16 e dalla nuova edizione della Norma CEI 0-21, relative agli inverter, ai sistemi di protezione di interfaccia e alle prove per i sistemi di accumulo”

secondo il quale ogni proprietario di un impianto fotovoltaico con potenza superiore a 11,08 kWp allacciato alla rete elettrica di distribuzione debba eseguire obbligatoriamente almeno ogni 5 anni le verifiche periodiche previste per le protezioni di interfaccia di impianti connessi alle reti di bassa e media tensione.

Il mancato adempimento prevede la sospensione degli incentivi e delle convenzioni di scambio sul posto e di ritiro dedicato ove presenti o la disconnessione degli impianti di produzione.

 

Le principali scadenze indicate per eseguire la prova dei sistemi di protezione di interfaccia degli impianti connessi in MT e bt sono:

1)  per impianti di produzione entrati in esercizio dall’1 agosto 2016:

-        entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio;

2) per impianti di produzione entrati in esercizio dall’1 luglio 2012 fino al 31 luglio 2016, entro l’ultima data tra:

-        31 marzo 2018;

-        5 anni dalla data di entrata in esercizio;

-        5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione;

3) per impianti di produzione entrati in esercizio dall’1 gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012, entro l’ultima data tra:

-        31 dicembre 2017;

-        5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione;

4) per impianti di produzione entrati in esercizio fino al 31 dicembre 2009, entro l’ultima data tra:

-        30 settembre 2017;

-        5 anni dalla precedente verifica documentata effettuata prima dell’entrata in vigore della presente deliberazione.

 

 LA NOSTRA AZIENDA E’ FORNITA DELLA STRUMENTAIONE NECESSARIA PER ESEGUIRE TALI VERIFICHE E RILASCIARE LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA AL FINE DI PROVVEDERE ALL’ADEGUAMENTO, AL RIPRISTINO DEGLI INCENTIVI O ALLA RICONNESSIONE DELL’IMPIANTO.

 

Per ulteriori informazioni si rimanda alla delibera:

http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/16/786-16.pdf

DELIBERA AEEG 595/R/eel

DELIBERA AEEG 595/R/eel: OBBLIGO DI TELELETTURA DEI CONTATORI DI PRODUZIONE

Con la deliberazione 595/2014/R/eel, l’AEEG ha aggiornato la regolazione del servizio di misura dell’energia elettrica. Dal 1° gennaio 2016 il GSE erogherà gli incentivi solo sulla base dei dati di misura trasmessi dai gestori di rete.

ENEL DISTRIBUZIONE sta inviando ai produttori una lettera con le istruzioni per rendere possibile la telelettura dei contatori non di proprietà ENEL, ricordando che il mancato adeguamento comporterà un ritardo nell’erogazione degli incentivi (rif. allegato A Del. 595/14/R/eel art.14.5).

IMPIANTI connessi in BT con Pn > 20kW attivati prima del 27/08/2012

1) Se il contatore installato è presente nella lista dei contatori compatibili con i sistemi di telelettura di ENEL DISTRIBUZIONE SPA, si deve inviare tramite il portale produttori la comunicazione delle caratteristiche necessarie alla telelettura di questo contatore.

2) Se il contatore installato non è presente nella lista dei contatori compatibili con i sistemi di telelettura di ENEL DISTRIBUZIONE SPA, si deve inviare tramite il portale produttori la richiesta di installazione di un contatore di proprietà di ENEL Distribuzione.

IMPIANTI connessi in MT-AT-AAT con Pn > 20kW con contatore di produzione di proprietà del produttore (indipendente dalla data di attivazione)

1) Se il contatore installato è presente nella lista dei contatori compatibili con i sistemi di telelettura di ENEL SPA, si deve inviare tramite il portale produttori la comunicazione delle caratteristiche necessarie alla telelettura di questo contatore.

2) Se il contatore installato non è presente nella lista dei contatori compatibili con i sistemi di telelettura di ENEL DISTRIBUZIONE, oppure risulti NON teleleggibile per problematiche non imputabili ad ENEL DISTRIBUZIONE si deve:

A) installare un nuovo contatore scelto tra quelli presenti nella lista dei contatori compatibili con i sistemi di telelettura di ENEL DISTRIBUZIONE ed inviare tramite il portale produttori la comunicazione delle caratteristiche necessarie alla telelettura di questo contatore;

In alternativa:

B) inviare tramite il portale produttori la richiesta di installazione di un contatore di proprietà di ENEL Distribuzione.

In ogni caso, se non già presente, al contatore installato dovrà essere abbinato un modulo di comunicazione con tecnologia GSM per permettere la comunicazione dei dati verso Enel.

Il GSE, attraverso una News, afferma:

Il GSE informa che dal 1° gennaio 2016 gli incentivi agli impianti di produzione alimentati da fonti rinnovabili, inclusi i fotovoltaici, saranno erogati esclusivamente sulla base dei dati di misura trasmessi dal gestore di rete, come previsto dalla delibera 595/2014/R/eel dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

_______________________________________________________________________________________

Il mancato adeguamento comporta la sospensione delle tariffe incentivanti.

Contattaci qui per richiedere informazioni, consulenza tecnica o preventivi riguardo la possibilità di adeguare il tuo impianto.

_______________________________________________________________________________________

Link Utili:

http://www.autorita.energia.it/it/docs/14/595-14.htm

http://www.gse.it/it/salastampa/news/Pages/Chiarimenti-applicazione-della-delibera-595-sulla-regolazione-dell-energia-prodotta-da-impianti-incentivati.aspx

INDICE NEWS

ALLEGATO A72 : OBBLIGO DI DISPOSITIVI DI TELEDISTACCO PER IMPIANTI DI GENERAZIONE DISTRIBUITA

Con la Deliberazione del 7 agosto 2014 n. 421/2014/R/EEL “ulteriori interventi relativi agli impianti di generazione distribuita finalizzati a garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale”, l’AEEG, Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, ha approvato la versione aggiornata ad agosto 2014 dell’ Allegato A72continua

DETRAZIONE FISCALE PER GLI IMPIANTI TECNOLOGICI – Agg.2015

Le legge di stabilità 2015 (Legge n°190/2014) ha prorogato sino al 31 dicembre 2015 le agevolazioni fiscali riservate….continua

GLI ITALIANI CHIEDONO UNA CASA PIÙ TECNOLOGICA

Leroy Merlin ha realizzato insieme a Doxa l’Osservatorio sulla Casa, un progetto riguardo il settore residenziale al fine di raccogliere informazioni, necessità e cambiamenti degli stili abitativi degli italiani…continua

VARIANTI CEI 0-16 e CEI 0-21 e SISTEMI DI ACCUMULO

Attraverso la delibera Delibera 642/2014/R/eel del 18 dicembre 2014 e la precedente Delibera 574/2014 e l’integrazione delle norme tecniche CEI 0-16 e CEI 0-21…continua

EFFICIENZA ENERGETICA PER MOTORI E TRASFORMATORI

Il Parlamento Europeo con la Direttiva 2005/32/CE ha istituito un quadro per l’elaborazione di specifiche in materia di progettazione eco-compatibile applicabile ai prodotti che consumano energia. Questa interessa i motori elettricicontinua

Adeguamento Impianti BT ed MT alla delibera 243/2013 /R/eel

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha pubblicato in data 6 giugno 2013 la delibera che indica gli ulteriori interventi sugli impianti di generazione distribuita, al fine di garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale…continua

Sospensione dell’erogazione degli incentivi per mancato adeguamento alle prescrizioni dell’Allegato A.70 del Codice di Rete ai sensi della delibera 84/2012/R/eel

​ Con riferimento al comunicato pubblicato sul sito internet del GSE il 13 marzo 2013,”Adeguamento impianti in media tensione con potenza superiore a 50 kW (Delibera 84/2012/R/eel)”, si informano gli operatori che…continua

Impianti fotovoltaici: nuova Delibera AEEG 84  del 2012

Il giorno 8 marzo 2012, è entrata in vigore la Delibera 84/2012/R/EEL della AEEG, recante disposizioni urgenti per gli adeguamenti degli impianti di produzione dell’energia elettrica connessi in MT superiori a 50Kw, secondo quanto previsto nell’Allegato A.70 al codice di Rete di Terna “Regolazione tecnica dei requisiti di sistema della generazione distribuita”…continua

 

Iscrivendoti alla Newsletter di Quadrisar Srl riceverai periodicamente informazioni su:

-          Promozioni ed offerte,

-          novità di prodotto e nuove proposte dei costruttori

-          variazioni di leggi e normative,

-          strumenti di incentivazione

inerenti la domotica e impianti tecnologici in generale, gli impianti residenziali, industriali ed elettromeccanici , le azioni finalizzate al risparmio e all’efficienza energetica. Potrai inoltre essere informato sull’evoluzione dei servizi erogati da Quadrisar srl e sugli obblighi legislativi che possono interessare il settore elettrico, elettronico ed elettromeccanico.

ALLEGATO A72 : OBBLIGO DI DISPOSITIVI DI TELEDISTACCO PER IMPIANTI DI GENERAZIONE DISTRIBUITA

Con la Deliberazione del 7 agosto 2014 n. 421/2014/R/EEL “ulteriori interventi relativi agli impianti di generazione distribuita finalizzati a garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale”, l’AEEG, Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico, ha approvato la versione aggiornata ad agosto 2014 dell’ Allegato A72 del Codice di rete di Terna, relativo alla procedura RIGEDI  “Procedura per la Riduzione della Generazione Distribuita in condizioni di emergenza del Sistema Elettrico Nazionale”, al fine di consentire a Terna di garantire la sicurezza del sistema elettrico anche attraverso i servizi di bilanciamento e riserva, laddove si verifichino situazioni di riduzione di capacità regolante del SEN nonchè, in generale, di contrastare situazioni potenzialmente critiche per la sicurezza del sistema.

In altre parole per tutti gli impianti eolici o fotovoltaici che hanno le seguenti caratteristiche:

-       connessi alle reti MT di distribuzione;

-       sono impianti non programmabili alimentati da fonte rinnovabile fotovoltaica ed eolica;

-       presentano potenza nominale dei gruppi di generazione maggiore o uguale 100 kW.

e’ prevista la possibilità di distacco al fine di garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale, e viene prescritta la necessità di dotare i dispositivi di interfaccia di sistemi che permettano il teledistacco per tutti gli impianti la cui richiesta di connessione è stata presentata prima del 1° gennaio 2013. La tecnologia utilizzata è modem GSM con scheda SIM fornita dal gestore di rete.

I produttori devono adeguare gli impianti di produzione di energia elettrica alle prescrizioni di cui al Paragrafo 8.8.6.5 e all’ Allegato M della Norma CEI 0-16 – Edizione III entro il 31 gennaio 2016, oppure entro la data di entrata in esercizio qualora successiva.

La delibera trova applicazione dal 1 settembre 2015, ma per tutti i produttori che adeguano i propri impianti prima di tale data sono previsti dei premi incentivanti.

I produttori che inviano al distributore la comunicazione di avvenuto adeguamento degli impianti di produzione alle prescrizioni richieste e che, se l’impianto di produzione era tenuto alla corresponsione del CTS prima dell’intervento di adeguamento, trasmettono entro la medesima data anche la dichiarazione di adeguatezza di cui all’articolo 40 del TIQE (qualora non già inviata) hanno diritto, con riferimento ai medesimi impianti di produzione, a un premio:

Per adeguamento entro 30 giugno 2015:

  • 800 € per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti tre o più sistemi di protezione di interfaccia;
  • 650 € per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti due sistemi di protezione di interfaccia;
  • 500 € per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui sia presente un solo sistema di protezione di interfaccia.

Per adeguamento tra il  1 luglio 2015 ed il 31 agosto 2015 hanno diritto a premi dimezzati,

Per adeguamento successivo al 31 agosto 2015 nessun premio

 

Il mancato adeguamento comporta la sospensione delle tariffe incentivanti in conto energia o dei contratti di ritiro dedicato, scambio sul posto o certificati verdi.

 

Per approfondire la normativa vai nell’area documentazione.

 

Contattaci qui per richiedere informazioni, consulenza tecnica o preventivi riguardo la possibilità di adeguare il tuo impianto.